Coronavirus: le misure nazionali a sostegno economico delle famiglie

Una fotografia di quello che “mettiamo in campo” per essere vicini alle famiglie, ai bambini e ai ragazzi in questi giorni in cui le relazioni vengono limitate per il bene comune.

Stante il continuo evolversi delle disposizioni si raccomanda di verificare, ad esempio sul sito dell'Inps o del Governo, che le misure siano ancora attive e a quali condizioni.

 

CONGEDI PARENTALI STRAORDINARI COVID - 19

CONGEDI PARENTALI PER FIGLI DI ETÀ NON SUPERIORE AI 12 ANNI O CON DISABILITÀ

I genitori lavoratori hanno la possibilità di usufruire, per i figli di età non superiore ai 12 anni o con disabilità in situazione di gravità accertata, di un congedo parentale straordinario di 15 giorni, goduti per un periodo continuativo o frazionato e con corresponsione di un'indennità. Queste disposizioni sono rivolte anche ai genitori affidatari.Si sottolinea che il limite di età non si applica ai figli con disabilità in situazione di gravità accertata ai sensi dell’articolo 4, comma 1, della legge 5 febbraio 1992, n. 104.La fruizione di questo congedo straordinario è riconosciuta alternativamente ad entrambi i genitori, per un totale complessivo di quindici giorni.

Tipologie di lavoratori che possono usufruire del congedo
Possono usufruire di questo congedo:

–                 i lavoratori dipendenti del settore privato

–                 i lavoratori iscritti in via esclusiva alla Gestione separata

–                 i lavoratori autonomi iscritti all’INPS

–                 i lavoratori dipendenti del settore pubblico

REQUISITI
La fruizione è subordinata alla condizione che, nel nucleo familiare non vi sia altro genitore beneficiario di strumenti di sostegno al reddito in caso di sospensione o cessazione dell’attività lavorativa o altro genitore disoccupato o non lavoratore.

Per i lavoratori del settore pubblico il congedo e l’indennità non spettano in tutti i casi in cui uno o entrambi i lavoratori stiano già fruendo di analoghi benefici.

RETRIBUZIONE DURANTE IL CONGEDO

La retribuzione prevista per i lavoratori dipendenti del settore privato è pari al 50% della retribuzione ed è compresa la copertura da contribuzione figurativa.
Ai genitori lavoratori iscritti alla Gestione separata è riconosciuta una indennità, per ciascuna giornata indennizzabile, pari al 50 per cento di 1/365 del reddito individuato secondo la base di calcolo utilizzata ai fini della determinazione dell’indennità di maternità.

Ai genitori lavoratori autonomi iscritti all'INPS per ciascuna giornata indennizzabile,spetta il 50 % della retribuzione convenzionale giornaliera stabilita annualmente dalla legge, a seconda della tipologia di lavoro autonomo svolto.

Per i lavoratori del settore pubblico l’erogazione dell’indennità, nonché l’indicazione delle modalità di fruizione del congedo sono a cura dell’amministrazione pubblica con la quale intercorre il rapporto di lavoro.

CONGEDI PARENTALI PER FIGLI DI ETÀ COMPRESA TRA I 12 E I 16 ANNI

I genitori lavoratori dipendenti del settore privato con figli minori, di età compresa tra i 12 e i 16 anni hanno diritto di astenersi dal lavoro per il periodo di sospensione dei servizi educativi per l’infanzia e delle attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado, senza corresponsione di indennità né riconoscimento di contribuzione figurativa, con divieto di licenziamento e diritto alla conservazione del posto di lavoro

Requisiti
E' possibile usufruire di questo strumento di astensione dal lavoro solo a condizione che nel nucleo familiare non vi sia altro genitore beneficiario di strumenti di sostegno al reddito in caso di sospensione o cessazione dell’attività lavorativa o che non vi sia genitore non lavoratore .

Per informazioni vedi il sito INPS .

L'INPS con il messaggio 16 aprile 2020, n. 1648, comunica che, a seguito del D.P.C.M. del 10 aprile 2020, che ha previsto l’ulteriore proroga del periodo di sospensione dei servizi educativi per l’infanzia e delle attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado, sono prorogati fino al 3 maggio 2020 anche i termini per la fruizione dei 15 giorni di congedo per emergenza COVID-19 per la cura dei figli.

Le modalità operative per accedere ai congedi parentali e al bonus per il baby sitting sono stabilite dall’INPS. Le istruzioni operative e procedurali sono illustrate nelle seguenti circolari INPS:

•      circolare INPS 24 marzo 2020, n. 44

•      circolare INPS 25 marzo 2020, n. 45

•       Messaggio numero 1281 del 20-03-2020 (pdf, 234.68 KB)

 

BONUS PER ACQUISTO DI SERVIZI BABY SITTING COVID-19

In alternativa al congedo straordinario è prevista l’assegnazione di un bonus per l’acquisto di servizi di baby-sitting nel limite di 600 euro. Il bonus viene erogato mediante il libretto famiglia . Il bonus è aumentato a 1.000 euro per il personale del Servizio sanitario nazionale e le Forze dell’ordine impiegate per le esigenze connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19

Per informazioni vedi il sito INPS .

 

AGEVOLAZIONI PER I LAVORATORI CHE USUFRUISCONO DELLA LEGGE 104 - COVID 19

Per i mesi di marzo e aprile 2020 è stato incrementato di 12 giorni il permesso mensile retribuito, coperto da contribuzione figurativa di cui all’articolo 33, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, in caso di handicap grave e portato quindi a 15 giornate.  Inoltre se la professione svolta lo permette,  fino al 30 aprile 2020 vige il diritto  a svolgere la prestazione di lavoro in modalità agile .

Per informazioni  e aggiornamenti vedi il sito INPS ;

 

BONUS MAMMA DOMANI - PREMIO ALLA NASCITA 2020

Il premio alla nascita prevede il riconoscimento di un bonus di 800 euro per l’evento nascita o l’adozione di un minore. L’agevolazione introdotta nel 2017, prosegue anche per l’anno 2020.
Si tratta di un contributo una tantum che viene erogato a partire dal settimo mese di gravidanza o all’atto di adozione del bambino.

Per l’accesso alla misura non è previsto alcun limite al reddito Isee.
La domanda deve essere presentata dopo il compimento del settimo mese di gravidanza e comunque, improrogabilmente entro un anno dal verificarsi dell’evento (nascita, adozione o affidamento).
La domanda può essere presentata osservando le seguenti modalità:
all'INPS per via telematica;

  •               chiamando il Contact Center Integrato al numero 803164, gratuito da telefono fisso;
  •               chiamando al numero 06-164164 per le chiamate da cellulare con tariffazione a carico dell’utente;
  •               attraverso i Patronati-CAF.

Per informazioni dettagliate sulla misura, consultare la pagina informativa di Inps:

Pagina Informativa di Inps – Premio alla Nascita

https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx…

 

BONUS BEBÉ ASSEGNO DI NATALITÀ - NUOVE DISPOSIZIONI 2020

L’assegno di natalità (anche detto "bonus bebè") è un bonus destinato alle famiglie corrisposto mensilmente dall’Inps e spetta al genitore richiedente, dove sia presente un figlio nato, adottato o in affido preadottivo, dal 1° gennaio 2020 al 31 dicembre 2020.

A differenza di quanto avvenuto negli anni precedenti, dal 2015 al 2019, a partire dal 1° gennaio 2020 per presentare la domanda non è più necessario possedere un valore Isee del nucleo familiare inferiore a 25.000 euro.

Il bonus diviene, pertanto, una misura di sostegno universale, anche se l’importo del contributo varia in relazione al reddito familiare, prevedendo un’erogazione mensile di 160 euro per i redditi sino a 7.000 euro, 120 euro per i redditi tra 7.001 e 40.000 euro o 80 euro per le famiglie con reddito superiore a 40.000 euro.

Nel caso di un figlio successivo al primo nato o adottato entro il 2020, gli assegni vengono aumentati del 20%.

Il pagamento mensile dell’assegno è effettuato dall’INPS direttamente al richiedente.
La domanda va presentata ad INPS entro 90 gg dalla nascita del bambino o dall'ingresso in famiglia per adozione o affido preadottivo, con le seguenti modalità:

–                 on line presso il Sito di INPS, portale dell’Istituto (www.inps.it - Servizi on line);

–                 presso Patronati, Caf, ecc., attraverso i servizi offerti dagli stessi, che trasmettono online la domanda all’INPS;

–                 tramite il Contact Center Integrato - numero verde 803.164 (numero gratuito da rete fissa) o numero 06164.164 (numero da rete mobile con tariffazione a carico dell’utenza chiamante).

Per informazioni dettagliate sulla misura, consultare le pagine INPS Bonus Bebè . : https://bit.ly/3aL2SJk

BONUS ASILO NIDO E FORME DI SUPPORTO PRESSO LA PROPRIA ABITAZIONE: NUOVE DISPOSIZIONI 2020

Il Bonus è una misura a sostegno delle famiglie con bambini che frequentano gli asili nido pubblici o privati o che usufruiscono di forme di assistenza domiciliare per i loro bimbi con meno di tre anni, affetti da gravi patologie croniche.

La Legge di Bilancio 2020 ha previsto un significativo aumento del contributo rimodulandolo secondo le seguenti fasce di reddito Isee:

  •              sino ad un massimo di 3.000 euro per le famiglie con Isee sino a 25.000 euro;
  •              sino ad un massimo di 2.500 euro per le famiglie con Isee da 25.000 a 40.000 euro;
  •             sino ad un massimo di 1.500 euro per le famiglie con Isee superiore a 40.000 euro.

In caso in cui i genitori non siano coniugati tra loro e non sono conviventi, occorre presentare l’Isee minorenni.

Il Bonus Asilo Nido rientra, quindi, tra gli aiuti che le famiglie possono richiedere all’Inps per l’anno 2020.

Per informazioni dettagliate sulla misura, consultare le pagine informative di Inps e di Studi Camera - Affari Sociali Welfare:

Pagina Informativa di Inps – Bonus Asilo Nido e forme di supporto presso la propria abitazione

https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx…

 

BONUS BABY SITTER 2020

Misura inserita nel Decreto “Cura Italia”Si tratta di una misura a sostegno delle famiglie, introdotta a seguito della chiusura delle scuole fissata, al momento, fino al 3 aprile 2020 (DPCM del 9/03/2020) a causa l’emergenza sanitaria coronavirus.

Il Bonus Baby Sitter da 600 euro (limite massimo) può essere chiesto da genitori (anche in caso di adozione e di affido preadottivo) di bambini con meno di 12 anni alla data del 5/03/2020, entrambi lavoratori, in alternativa alla fruizione del congedo parentale aggiuntivo.

Il Bonus è di 1.000 euro per i dipendenti del settore sanitario pubblico e privato accreditato, per i dipendenti delle Forze dell’Ordine e per il personale impiegato per le esigenze connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19.

Il voucher Baby Sitter può essere utilizzato solo per pagare le baby sitter regolarmente assunte.
I voucher possono essere fruiti tramite il Libretto Famiglia Inps, strumento introdotto già dal 2017 in sostituzione dei vecchi voucher Inps. I genitori che vogliono richiedere il bonus, dunque, dovranno attivarlo il prima possibile, registrandosi come utilizzatori sul sito INPS, nell’apposita sezione dedicata alle prestazioni occasionali. Anche le baby sitter dovranno registrarsi sulla piattaforma Inps come prestatori di servizi occasionali.

Tra le modalità per la presentazione della domanda vi è la procedura WEB dal sito www.inps.it
In alternativa, chiamare il Contact Center Integrato di Inps raggiungibile al numero verde 803.164 gratuitamente da rete fissa, oppure al numero 06 164.164 da cellulare, pagando in base alla propria tariffa.

 

 CARTA ACQUISTI PER CITTADINI DAI 65 ANNI IN SU O DI ETÀ INFERIORE A TRE ANNI

 La carta acquisti è una carta di pagamento elettronica concessa a cittadini che si trovano in condizioni di disagio economico.Sulla carta si accredita bimestralmente una somma di denaro che può essere utilizzata per la spesa alimentare negli esercizi convenzionati e per il pagamento delle bollette di gas e luce presso gli uffici postali e consentirà di accedere direttamente alla tariffa elettrica agevolata.

 https://bit.ly/2XMlshD
La Carta Acquisti vale 40 euro al mese e sarà caricata automaticamente ogni due mesi con 80 euro. La Carta Acquisti si può richiedere negli Uffici Postali presentando il modulo di richiesta con la relativa documentazione.
utilizzare per fare la spesa o pagare gas e luce. I negozi che aderiscono all'iniziativa espongono la seguente etichetta adesiva:

I titolari di Carta acquisti possono, inoltre, avere uno sconto del 5% nei negozi e nelle farmacie che aderiscono all’iniziativa. Lo sconto è riconosciuto esclusivamente per gli acquisti effettuati con la Carta acquisti e non è applicabile all'acquisto di specialità medicinali o per il pagamento di ticket sanitari. Gli acquisti con la Carta, presso le farmacie convenzionate e attrezzate, danno anche il diritto alla misurazione gratuita della pressione arteriosa e del peso corporeo.

Lo sconto è cumulabile con altre iniziative promozionali o sconti applicati a tutta la clientela, oltre a quelle riservate ai titolari di carte fedeltà rilasciate dai negozi stessi (ad esempio, dai supermercati).

Requisiti
Possono presentare domanda le famiglie con bambini di età inferiore ai 3 anni, con un ISEE in corso di validità inferiore a 6.966,54 euro per l'anno 2020.
 - per i cittadini di età compresa tra i 65 e i 70, valore massimo dell’indicatore ISEE pari a euro 6.966,54; ;
 - per i cittadini nella fascia di età superiore agli anni 70, valore massimo dell’indicatore ISEE pari a euro 9.288,72;

 Inoltre occorre: non essere intestatari di più di un utenza elettrica, di più di due utenze del gas e di più di due autoveicoli, non essere proprietari di più di un immobile e titolari di patrimoni mobiliari superiori a 15.000 euro.

Per informazioni
Ministero dell'Economia e delle Finanze
sito https://bit.ly/2VnVr6A
Numero verde 800.666.888
Poste italiane
Sito https://bit.ly/2KhztM3
Contact center 803160
Inps
Sito https://bit.ly/2Klr6iM
Contact center al numero verde 803 164 da rete fissa o al 06 164164 da cellulare.

Sezioni o servizi collegati: 
Ultima modifica: 29 Apr 2020 - 08:13