Centro Antiviolenza EOS della Città di Vercelli

Il Centro Antiviolenza è un  punto di ascolto e luogo di accoglienza e sostegno delle donne che hanno subito violenza o che si trovano esposte alla minaccia di ogni forma di violenza, indipendentemente dal luogo di residenza. Opera in collaborazione con la rete dei soggetti istituzionali (forze dell’ordine, ospedali, servizi sociali) e delle risorse del privato sociale

In particolare garantisce:

Ascolto/Accoglienza: Il  Centro antiviolenza garantisce un’apertura settimanale di front office di 20 ore alla settimana  con accesso diretto e appuntamento telefonico e un numero di cellulare raggiungibile 24 ore su 24. Tale reperibilità renderà possibile il contatto con il 1522 ma anche il sostegno alla donna a distanza, il supporto alle forze dell’ordine e alle organizzazioni sanitarie nel caso in cui sia necessario assicurare interventi di ascolto in situazioni di emergenza.

Assistenza psicologica: il Centro inoltre garantisce interventi di supporto psicologico alle vittime di violenza e l’attivazione di gruppi di auto mutuo aiuto. I gruppi si basano sul principio dell’accrescimento dell’autostima, dell’auto-determinazione e dell’empowerment ed hanno arricchito in modo importante la gamma dei servizi. Attraverso l'interazione sociale tra le partecipanti, la partecipazione al processo decisionale e l’espressione dei loro sentimenti, idee ed esperienze, viene consolidato il processo di autonomia e  di fiducia. Le donne creano uno spazio per riferirsi ad altre donne come loro, stabilire forti legami di sostegno e sviluppare relazioni basate sulle proprie esperienze. Questa dinamica di gruppo genera un clima di comprensione, incoraggiamento e sostegno, che riduce la sensazione di solitudine, la vergogna e l'isolamento presenti spesso nei rapporti violenti.

Assistenza legale: il Centro assicura, attraverso una convenzione con l'ordine degli avvocati, interventi di supporto e consulenza legale sia in ambito civile che penale, avvalendosi della collaborazione di avvocate civiliste e penaliste debitamente formate. 

Supporto ai minori vittime di violenza assistita: il Centro garantisce il raccordo con i servizi territoriali preposti alla tutela dell’infanzia, in modo da garantire una presa in carico complessiva. Il Settore Politiche Sociali in accordo con il Centro valuterà la possibilità di attivare Gruppi di Parola specifici per bambini che siano stati esposti ad episodi di violenza familiare. All’interno del gruppo di parola, in una cornice sicura e protetta, i partecipanti possono esprimere liberamente le proprie emozioni, pensieri e difficoltà, sapendo di poter condividere le proprie fatiche con altri che vivono la stessa esperienza, in un clima accogliente e non giudicante.

Percorsi di inserimento lavorativo: Il lavoro  non è solo uno strumento per accedere alle risorse e ai diritti di base per partecipare pienamente alla vita sociale, ma è soprattutto un mezzo per recuperare la stima di sé e la coscienza del proprio valore come persona. L’obiettivo generale è quello di contribuire al processo di autonomia individuale delle donne aumentando non soltanto l’occupabilità individuale ma soprattutto le competenze trasversali legate all’inserimento nel mondo del lavoro. 

Orientamento all’autonomia abitativa: L'abitare costituisce il nucleo centrale del progetto di vita adulta di ogni persona, le donne vittime di violenza che si presentano ai Servizi si trovano per la maggior parte nella condizione di non avere un “...posto  in cui andare” se non quello condiviso con il soggetto autore di violenza. La problematica abitativa diventa un fattore rilevante quando si ipotizza un progetto di autonomia per le vittime di violenza. Si prevede di supportare la donna, attraverso  il coinvolgimento dell’Agenzia Sociale per la Locazione (ASLO), nella ricerca di un’abitazione in cui realizzare il proprio progetto di autonomia.

Tutto il personale che entra in contatto con le donne è di genere femminile, come previsto dalla Legge Regionale 4/16; l’accoglienza  è svolta da operatrici dedicate formate sulle tematiche della violenza domestica.

Il Centro risponde alle chiamate della linea telefonica  334/3113955 con reperibilità h 24 contattabile anche via Whatsapp.

E' possibile venire di persona al Centro che ha sede in Via F.lli Garrone, 4 Vercelli

nei seguenti orari: Lunedì dalle 8.00 alle 12.00

                              Martedì dalle 13.00 alle 17.00

                              Mercoledì dalle 8.00 alle 12.00

                              Giovedì dalle 13.00 alle 17.00

                              Venerdì dalle 8.00 alle 12.00

 

Mappa:

 


 

Ultima modifica: 9 Set 2019 - 11:08