Home arrow La musica

La musica


La città di Vercelli vanta un passato ed una tradizione musicale equiparabile solo a poche altre città italiane. Nel rispetto di queste radici, la città offre un elevato numero di realtà musicali, senza tralasciare alcun ambito: dalla musica classica alla sperimentazione, dagli eventi di carattere tipicamente locale agli eventi di respiro internazionale.
Di seguito elenchiamo alcuni dei protagonisti di questo straordinario sistema produttivo musicale.

CAMERATA DUCALE “GIOVAN BATTISTA VIOTTI”: fondata nel 1992 da Guido Rimonda e Cristina Canziani, nata da una ricerca storico-musicale sul periodo XVII-XVIII ed incentrata in particolare sull’opera del compositore Giovan Battista Viotti (1755-1824).
Il nome deriva dalla Cappella Ducale, orchestra torinese del Settecento facente capo ai Savoia, composta dai più importanti violinisti dell’epoca, Giovan Battista Somis, Gaetano Pugnati e lo stesso Viotti, le cui opere caddero poi ingiustamente nel dimenticatoio. Il ritrovamento di alcune sue importanti partiture ha permesso la nascita di un gruppo di musicisti che si interessasse allo studio delle sue composizioni e desse nuova vita alla sua musica.
La Camerata Ducale, formatasi appunto con l’obiettivo di valorizzare l’opera del compositore vercellese, propone il suo repertorio sia nell’ambito di prestigiose manifestazioni, sia all’interno di proprie stagioni concertistiche, sempre attraverso l’esecuzione di inediti viottiani.
L’Orchestra partecipa a molteplici attività, perseguite con il fine unico di promuovere e valorizzare l’inestimabile patrimonio musicale italiano su orizzonti sempre più ampi.
Nel corso degli anni l’Orchestra ha raggiunto importanti traguardi, come l’ideazione e la realizzazione, dal 1998, della stagione concertistica Viotti Festival – L’Arco Incantato, ovviamente a Vercelli; che vanta la partecipazione di musicisti prestigiosi (come il violinista Uto Ughi, Salvatore Accardo, Vladimir Spivakov, Cecilia Gasdia, Igor Oistrach, Milena Vukotic, solo per limitarsi all’edizione 2005). A fianco della Camerata Ducale si esibiscono anche solisti di fama internazionale come il violinista americano Ruggiero Ricci, il violoncellista Franco Maggio Ormezowski, il flautista Maxence Larrieux, il basso buffo Enzo Dara e la celeberrima Katia Ricciarelli. Non va infine dimenticata la collaborazione dell’Orchestra con personaggi del mondo dello spettacolo come Angelo Branduardi, Bruno Gambarotta e Luciana Littizetto.

Parallelamente all’attività de L’Arco incantato, la Camerata Ducale persegue un’incessante e capillare opera di divulgazione musicale sul territorio: oltre 80 concerti solo nell’ultimo anno nei Comuni piemontesi. Dal 1996 poi, la Camerata ha intrapreso anche una monumentale opera di incisione su CD dell’opera omnia di Viotti: un progetto unico nel suo genere.
A queste attività la Camerata Ducale affianca ancora la ricerca storica, alla quale si è dedicata con la ricostruzione della storia della liuteria piemontese, presentata nella pubblicazione Quattro secoli di Liuteria in Piemonte e alla divulgazione del linguaggio musicale orientata agli alunni delle scuole. Proprio in questo ambito sono stati realizzati spettacoli originali come le Musifavole, il Carnevale degli animali e Pierino e il lupo.
Recentemente l’Orchestra si è dedicata anche con particolare attenzione alla diffusione della cultura musicale italiana all’estero: nel 2005 tournée in Sudafrica, nel 2006 negli Stati Uniti, dal Texas a Chicago, da Washington fino al tempio della musica americana, la Carnegie Hall di New York; in più altri concerti a Londra (su invito ufficiale della Royal Philarmonic) e a Parigi.

Per info: www.camerataducale.it

• FESTIVAL E CONCORSO VIOTTI: Il Viotti Festival è una rassegna concertistica che dal 1998 rappresenta uno dei più interessanti e seguiti progetti musicali della citt‏à di Vercelli e dell’intera regione Piemonte. Da sempre ne è interprete l’Orchestra Camerata Ducale, formazione nata a coronamento di pazienti quanto appassionanti ricerche storico-musicali sulla figura e sull’opera del grande compositore e violinista piemontese Giovanni Battista Viotti.
Gli straordinari risultati ottenuti in anni di assidue ricerche da Guido Rimonda, primo violino e direttore principale dell’Orchestra, e da Cristina Canziani, direttore artistico della compagine, hanno permesso la realizzazione di una stabile e prestigiosa stagione concertistica che nel nome di Viotti raduna ogni anno a Vercelli i più bei nomi del concertismo internazionale.
Nei diciassette anni di attività nella città di Vercelli, la Camerata Ducale ha avuto l’onore di collaborare con celeberrimi artisti fra i quali vanno ricordati Ruggiero Ricci, Salvatore Accardo, Uto Ughi, Shlomo Mintz, Vladimir Spivakov, Igor Oistrakh, Bruno Canino, Louis Lortie, Mischa Maisky, Jian Wang, Katia Ricciarelli, Daniela Dessì, Cecilia Gasdia e Luciana Serra.
Inoltre il mese di gennaio 2009 ha segnato l’importante ed impegnativo appuntamento dell’inaugurazione della sezione staccata del Viotti Festival in Florida.

Il Concorso Viotti, è invece una delle più prestigiose competizioni musicali per giovani artisti. Fondato nel 1950 dal musicista vercellese Joseph Robbone, il concorso ha cadenza annuale ed è rivolto a giovani artisti ambiziosi intenzionati ad affermarsi in ambito internazionale.
Dalla sua istituzione, il "G. B. Viotti" ha inglobato diverse discipline musicali: principalmente pianoforte e canto, ma anche chitarra, danza, fagotto, musica da camera, violino…e rimane tutt’oggi uno dei pochi concorsi a livello mondiale che, con periodicità annuale, comprende più discipline musicali.

“BLUES AL FEMMINILE”: giunta ormai alla sua 19ª edizione, anche quest’anno la rassegna itinerante ha interessato Vercelli con quattro appuntamenti. Come sempre protagoniste grandi interpreti che, in quest’edizione 2009, ripercorrono le tappe toccate dalla grande Aretha Franklin, regina indiscussa della musica soul afroamericana, rappresentando di fatto i quattro diversi generi che ella ha saputo fondere e dominare nell’arco della sua straordinaria carriera. Dal blues jazzistico al soul, al gospel più tradizionale.


“ALZA IL VOLUME”: è un concorso musicale per band emergenti con la forma di vero e proprio festival, organizzato dall’Associazione Music Zone di Vercelli e realizzato in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Giovanili della Città di Vercelli. Hanno collaborato anche la Provincia di Vercelli, l’Informagiovani, l’Oratorio Belvedere ed i Rioni cittadini interessati. L’iniziativa mira ad essere un vero e proprio trampolino di lancio per i musicisti della città, che possono in tal modo misurarsi con molti altri in un contesto di visibilità e promozione. I gruppi possono partecipare con brani propri e con cover.

La quarta e più recente edizione si è svolta dal 3 al 6 settembre 2009 (presso piazzale ex Area Montefibre) con la seguente scansione: il primo giorno AIV Warm Up ha presentato le migliori band selezionate da Music Zone; il secondo e terzo giorno ha invece visto lo svolgimento vero e proprio del contest con 30 gruppi in concorso; infine il 6 settembre la finalissima con le 6 band più votate. Novità dell’edizione di quest’anno è stato il Talent Stage, un palco secondario per l’esibizione di band fuori concorso selezionate da Music Zone.
L’evento di settembre è stato ormai riconosciuto dai giovani vercellesi come un appuntamento fisso e sono ormai molte le band che si preparano nei mesi precedenti al concorso con l’obiettivo di dare il meglio di sé sul palco dell’AIV. Si tratta quindi di un festival inteso come contenitore, come serie di attività collegate che si svolgono nel corso delle giornate previste parallelamente alle esibizioni; oltre al palco per le band, infatti, vi sono gazebo, stands e punti di ristoro, che contribuiscono a creare come risultato finale una sorta di “villaggio musicale”. Il pubblico ha così modo di ascoltare le proposte musicali dei ragazzi stando comodamente seduto oppure partecipando attivamente in piedi, ma può anche muoversi all’interno dello spazio della manifestazione, fra i disegnatori della scuola di fumetto, divertenti giochi di ruolo o rappresentazioni in costume, banchetti di cd/dvd/merchandising, iscriversi ad un corso di teatro o danza, ma non solo: i punti di ristoro con cibo e bevande messi a disposizione dall’organizzazione permettono di gustarsi al meglio le esibizioni senza avere l’esigenza di allontanarsi e spezzare così l’atmosfera del festival.


Recapiti utili per info sull’iniziativa:
Associazione Music Zone – e-mail: musiczone@email.it, aivfest@gmail.com ;
web: www.myspace.com/musiczoneweb
Informagiovani – tel. 0161 – 252740, informagiovani@comune.vercelli.it